Podcast Advertising: un potente strumento al servizio dei brand

Meno invasiva, altamente profilata, ma soprattutto, memorabile. È la pubblicità nei podcast, un mercato in crescita che offre ai brand l'opportunità di dialogare con un pubblico di ascoltatori sempre più ampio e attento, sfruttando gli strumenti advertising messi a disposizione dalle piattaforme di diffusione dei contenuti audio.

podcast-advertising

L’audio sta vivendo una nuova giovinezza. Lo avevamo capito da tempo, così come lo hanno capito i diversi brand che hanno iniziato a inserire strategicamente il formato podcast all’interno del proprio marketing mix, andando oltre al concetto di tendenza o di semplice forma di informazione.

Non è inoltre un caso se, dal 2015 ad oggi, parallelamente alla crescita di fruizione, anche la considerazione sull’attività adv relativa ai podcast sia fortemente aumentata: "due terzi degli advertiser prendono attualmente in considerazione la possibilità di pianificare campagne advertising sui podcast" (fonte: IAB, “Podcast Upfront Showcase”, Settembre 2020). 


In un contesto sempre più connesso e mobile, il digital audio riesce sempre più a soddisfare la necessità di inserzionisti ed aziende di indirizzare la propria comunicazione pubblicitaria verso un pubblico più ampio e profilato, anche grazie l'utilizzo dei dati. 


Ma la pubblicità nei podcast che tipo di pubblicità è?


MEMORABILE

La ricerca “Il Mondo Podcast” curata da  BVA Doxa e O-One ha rilevato che “l’80% degli ascoltatori si ricorda dei contenuti pubblicitari inseriti in un podcast” e che “il 75% confermi di apprezzare le pubblicità nei podcast legate alla tematica del podcast stesso o comunque a temi di loro interesse”. 

Sono dati che evidenziano quanto lo strumento offra ai brand un’opportunità duplice: non solo quella di generare interesse attraverso la creazione delle proprie rubriche di podcast, ma anche quella di attivare campagne advertising all’interno delle piattaforme di diffusione dei podcast. In più, la complicità e al potere immersivo dell’audio rende i podcast e di conseguenza le sue pubblicità strumenti ancora più autentici e intimi rispetto altri media, in grado di influire sul livello di percezione degli utenti così come sul loro coinvolgimento emotivo.


MENO INVASIVA

Perché permette di colpire gli utenti in momenti in cui altri media tradizionali e visivi non riuscirebbero a raggiungerli. L’audio è complementare al video, è un formato super-flessibile perché accompagna la vita delle persone durante diversi momenti, dagli spostamenti alle pulizie fino alle sessioni di allenamento… Le persone possono ascoltare senza guardare uno schermo e, quando ascoltano, lo fanno in maniera molto attenta.


MULTI-CANALE

Dal momento che le campagne advertising possono essere attivate su diverse piattaforme di erogazione dei podcast. Tra le principali ovviamente Spotify, attraverso cui realizzare campagne adv in diversi formati, dall'audio al display, e Spreaker, che ha recentemente arricchito l’offerta per i creator di promozione dei propri contenuti all'interno della piattaforma.E’ possibile anche creare annunci pubblicitari veri e propri, inserendo spot audio pre-roll o mid-roll all’interno di un podcast. Secondo la ricerca “Il Mondo Podcast”, "il 75% degli ascoltatori di podcast italiani preferisce ricevere pubblicità a inizio programma", come una sorta di introduzione. L'azione risulta ancora più di impatto se l'annuncio pubblicitario è inerente alle tematiche del podcast in cui viene inserito. 


ALTAMENTE PROFILATA

Nel 2020 non esistono ascoltatori di podcast passivi, ma utenti sempre più consapevoli nella ricerca di cosa gli piace e vogliono ascoltare: la promozione "di" un podcast o "in" un podcast dà la possibilità di raggiungere l'utente ovunque si trovi, su qualsiasi tipo di device e con una tracciabilità precisa e dettagliata dei risultati. Per esempio, le campagne Spotify, oltre ai valori di targetizzazione più “classici”, come l’età, il sesso o la località, aggiunge aspetti più specifici per il servizio, come i gusti musicali e gli ascolti più frequenti; un targeting comportamentale che si basa su attività e stati d'animo degli utenti e che permette ai brand di individuare e raggiungere audience sempre più profilate.


BRANDED PODCAST: VUOI SAPERNE DI PIÙ?

Se sei interessato ad approfondire e creare un progetto di branded podcast, scrivici a info@o-one.net. Ti ricontatteremo presto