The Best of Digital Bulletin - Settembre 2022

Una ripresa tutta digital! Scopri la nostra rassegna mensile che raccoglie le novità più importanti in campo digital e social del mese.

Digital Bulletin recap settembre 2022

Le vacanze estive sono ormai un lontano ricordo, il cambio di stagione è dietro l’angolo e le introduzioni in campo social delle piattaforme hanno accompagnato la ripresa lavorativa e scolastica.

Sulla scia di agosto, anche settembre è stato un mese all'insegna dell’audio: Spotify con i podcast continua a confermare il suo successo (ne avevamo parlato qui) e testimonia un’impennata di ascolti del +7%, soprattutto tra giovanissimi. Ma settembre è stato anche il mese dell'autenticità in-app: con il chiacchierato successo di BeReal, le piattaforme come Instagram e TikTok, una di seguito all'altra, hanno introdotto funzionalità per la pubblicazione di contenuti reali, realizzati senza uso di filtri ed editing. Ciò si somma alle direttive per permettere agli utenti di segnalare commenti inappropriati e ciò che non piace. 


Nuovo mese e nuova rassegna riepilogativa con le notizie più importanti: ecco il nostro The Best of Digital Bulletin- September 2022 Edition.


Meta alla conquista dell’India

Meta sta lanciando JioMart, l’integrazione di eCommerce su WhatsApp che consente agli utenti di navigare ed effettuare acquisti direttamente all’interno dell’interfaccia utente dell’app. Una vera e propria piattaforma di shopping online che permette a Meta di espandere i servizi eCommerce per il suo più grande mercato di utenti.


Facebook, Instagram e WhatsApp: nuove funzionalità in arrivo

A seguito di un calo degli investimenti pubblicitari, Meta ha istituito un team addetto all’ideazione di nuove implementazioni a pagamento con l’obiettivo di raggiungere nuove fette di pubblico pagante. Le funzionalità saranno quindi riservate agli abbonamenti premium delle varie piattaforme.


LinkedIn: arriva la possibilità di programmare un post

Ormai nell’aria da diverso tempo, ora sembra sempre più concreta la possibilità di programmare un post anche su LinkedIn. La piattaforma sta procedendo con la sperimentazione di un’opzione di pianificazione in-stream nativa incorporata direttamente all’interno del post.


2 italiani su 5 amano i podcast

Dopo 6 anni dall’arrivo dei podcast in Italia, la crescita degli ascolti ha registrato un’impennata dal +7% nel 2022. A confermarlo uno studio di NielsenIQ per Audible, secondo cui sono 15,4 milioni gli ascoltatori appassionati, la maggior parte Millennials e giovanissimi.


Instagram rinuncia alla pagina Shopping

Dopo l’annuncio di TikTok dello scorso luglio, anche Meta, tra i vari tagli alle iniziative commerciali, ha deciso di rimuovere la sezione e-commerce di Instagram. Verrà introdotta una versione più ridotta del servizio e si punterà molto sulle pubblicità, tramite la promozione di prodotti nel feed.


TikTok introduce Now ed emula BeReal 

L’idea di creare contenuti in tempo reale e senza fronzoli, introdotta da BeReal, ha tentato anche TikTok, che introdurrà l’opzione Now, attualmente in fase di test. Una volta ricevuta la notifica, gli utenti avranno pochi minuti per postare foto o brevi video da 10 secondi.


Instagram, con Gifts gli utenti potranno monetizzare con i Reels

Secondo indiscrezioni, Instagram potrebbe introdurre nella sezione Reels un bottone che permetterebbe agli utenti di donare del denaro ai creators. Verosimilmente l’opzione somiglierà all’opzione Badge, introdotta qualche anno fa nelle dirette.


Twitch: dietrofront sui contratti in esclusiva per i creators

I contratti esclusivi pensati per favorire gli streamer più seguiti, sono ormai un lontano ricordo. Twitch ha deciso di, a partire da giugno 2023, ridurre le percentuali di ricavo ai creator ripristinando la tipologia di contratto standard. Questa decisione porterà molti utenti ad abbandonare la piattaforma a favore di competitor come YouTube e Ludwig? Stay tuned!


YouTube vs TikTok: creator e brevi video

YouTube ha annunciato che da inizio 2023 premierà i creators di Shorts, l’opzione che permette agli utenti la creazione di brevi video, destinando loro il 45% delle entrate pubblicitarie. Un altro tentativo per arginare la popolarità di TikTok, che continua a confermarsi l’app del momento.


Instagram non spezzetterà più i video lunghi nelle Storie

Un nuovo tentativo di somigliare a TikTok e di conquistare gli utenti giovanissimi? Per migliorare l’esperienza di fruizione degli utenti, dal prossimo aggiornamento, Instagram, renderà più fluida la visione dei video nelle Story: non verranno spezzati quelli più lunghi dei 15 secondi.