Food & Beverage 2021: i 5 ingredienti chiave per una strategia digital efficace

Dopo un 2020 di forte accelerazione digitale, per i brand Food & Beverage essere online non basta: per emergere in un mercato sempre più saturo e competitivo, occorre trovare elementi differenzianti nelle proprie strategie di comunicazione e marketing. Ma come partire? Ecco i nostri 5 punti chiave.

Food Marketing anteprima

È risaputo: il 2020 è stato l'anno in cui l'intero settore alimentare ha subito una forte accelerazione nel futuro, richiedendo ai brand Food & Beverages di affrontare improvvise sfide digitali per rispondere ai nuovi comportamenti d'acquisto dei consumatori (lo scorso anno l’88% degli italiani ha comprato un bene online, fonte Nielsen).

Dai sistemi di e-commerce e food delivery sempre più evoluti ai canali social ben strutturati fino a un customer care pronto e preparato: il Food & Beverage spopola, in tutte le sue forme, nel mondo digitale. Ma per i brand del settore avere una presenza online è ormai imprescindibile, ma non sempre è sufficiente per emergere. 

Come è possibile differenziarsi in un mercato ormai saturo ed estremamente competitivo? Ecco le nostre risposte! 


I 5 punti chiave del food marketing nel 2021


1) Raccontare il brand: l’importanza dello storytelling 


Una precisa identità di marca, una comunicazione digitale originale e distintiva, una narrazione efficace: sono gli ingredienti principali per colpire gli utenti online.

Per farlo, occorre sfruttare le caratteristiche proprie dei diversi canali digitali: le opportunità di engagement sui social, contenuti video ben strutturati su Youtube, perfino un podcast su Spotify; le possibilità sono tantissime, da scegliere in base agli interessi e agli stili di vita del proprio target. L’importanza di avere contenuti curati dal punto di vista visivo, poi, è un imperativo assoluto nel caso del food marketing. Nell’era dell’instagrammabilità non si può improvvisare: avere immagini e video di alta qualità può fare la differenza fra un contenuto di successo e un flop. 


2) La sostenibilità è sulla bocca di tutti 


I trend di mercato parlano chiaro: i consumatori sono sempre più attenti al tema della sostenibilità, tanto che l’acquisto online di prodotti biologici è cresciuto del +150% dal 2019 al 2020. Una tendenza che si riflette anche nelle scelte di comunicazione sui social: quali sono gli ingredienti chiave per attirare l’attenzione di un pubblico sempre più attento e consapevole? 

- Coerenza: la comunicazione deve essere in linea con le scelte intraprese dal brand 

- Autenticità: “umanizzare” il messaggio che si vuole trasmettere aiuta a creare sintonia con il proprio target 

- Costanza: perché sia efficace, l’impegno della sostenibilità non può essere raccontato sporadicamente, ma deve essere parte integrante del piano di comunicazione 


3) Scegliere l’influencer giusto 


Nel mondo food, gli influencer sono alleati fondamentali per rafforzare la propria awareness online, instaurando collaborazioni con creator o chef che possano rappresentare in modo coerente ed efficace l’identità del brand. Obiettivo? Ottenere contenuti originali e creativi per rinnovare la propria comunicazione social. Al di là della partnership fra un brand di barrette energetiche e un fitness influencer, perché non proporre una collezione di tè dal packaging elegante a un amante della fotografia? O perché non instaurare una collaborazione con un illustratore? E non bisogna basarsi solo sui numeri: spesso un mirco influencer che riesce a usare il prodotto in maniera coerente genera più conversioni di chi si limita a mostrarlo, anche se ha molti più followers. 


4) Coinvolgere gli utenti con un contest


Stimolare gli User Generated Content (contenuti generati dagli utenti) è un’ottima strategia per far parlare di sé senza investire necessariamente in campagne molto costose. E i contest sono un ottimo modo per farlo! Nel mondo del food, le possibilità sono tantissime: dalle foto #foodporn che fanno venire l'acquolina in bocca, all’invenzione di ricette in collaborazione, all’utilizzo creativo di un ingrediente. Le opportunità per creare una relazione con i consumatori attraverso un dialogo diretto sono tante, e più un utente si sentirà coinvolto da un brand, maggiore sarà la sua fidelizzazione


5) Conoscere le regole del digitale: la strategia SEO e ADV

Le nuove abitudini di consumo hanno portato alla crescita esponenziale delle vendite di cibo, attraverso e-commerce dedicati, app di food delivery e supermercati online. Secondo alcune statistiche, il 56% del traffico verso questi siti ha origine dai principali motori di ricerca: diventa quindi fondamentale una buona strategia SEO e ADV, per potenziare le visite al proprio sito web e rafforzare le vendite


Vuoi creare una strategia digitale efficace per il tuo brand del settore Food & Beverage? Contattaci qui