Cosa ci aspetta nel 2023?

Per gli addetti ai lavori, il prossimo sarà un anno di spaccatura fra passato e presente, con importanti novità che toccheranno l'intero mondo digital.

Sfera di cristallo per futuro trend 2023

È tempo di pronostici per il nuovo anno, ormai alle porte! Nel mondo digital il filo rosso sarà la parola ‘novità’: i prossimi dodici mesi vedranno le varie piattaforme mettere a punto le proprie sperimentazioni, dal metaverso alla sostenibilità. Al tavolo dei grandi adesso siedono sempre più player e soprattutto gli utenti, finalmente “padroni” del mezzo e attori fondamentali per disegnare il futuro del digitale. Ecco 5 previsioni che riteniamo saranno fondamentali per questo 2023 in chiave digital


1. Sostenibilità ambientale 


Nel mare magnum delle piattaforme e nella molteplicità di trend e contenuti, c’è un solo argomento che pare uniformare le coscienze di utenti e brand: la sostenibilità. Complice anche la presenza massiccia della Gen Z sulle piattaforme leader, sensibile al tema come nessuna generazione precedente, i tempi sono maturi per agire e mettere in pratica gli slogan finora sbandierati solo in occasione dell’Earth Day. Nel 2023 prevediamo un incremento di contenuti innovativi, che testimonino azioni concrete e non solo parole.


2. Corsa al metaverso e primi risultati


Le navi dirette alla scoperta del nuovo mondo sono ormai a metà del viaggio: aziende leader come Meta, Microsoft e Tencent stanno mettendo a punto la propria idea di metaverso, un mercato con un potenziale economico di enormi dimensioni e molto atteso anche dal pubblico, che al momento ha sfiorato la comprensione di questo tema. Prevediamo che nel corso del 2023 molte altre aziende inizieranno ad investire in questa realtà e in generale ad ampliare la propria offerta con contenuti in realtà aumentata. 


3. Social Media decentralizzati e multisensoriali


Il futuro dei social pare essere nelle mani dei consumatori, artefici del successo e fallimento delle piattaforme. I contenuti e come questi vengono veicolati rispondono alle richieste e ai bisogni degli utenti che si affideranno a più piattaforme, le quali affiancheranno quelle ‘generaliste’: testimone, il successo di BeReal e, più recentemente, di MastodonL’intrattenimento sarà il core business dei social media anche nel 2023: i brand dovranno studiare contenuti visivamente accattivanti, capaci di rispondere alla pluralità di bisogni degli utenti, condensando il tutto in pochi secondi (la soglia di attenzione minima per gli utenti si aggira intorno ai 4 secondi). 


4. Addio alle buyer persona, benvenute Community


Non è più possibile inscatolarli in figure tipo, le cosiddette buyer personas. I consumatori sono molteplici e soprattutto mutevoli, alla ricerca costante di novità. La sfida dei brand è stata e lo sarà sempre di più nel 2023, adeguarsi a questa metamorfosi, studiando contenuti adatti alle richieste delle Community. Legami più forti e un passaparola che non ha confini: queste saranno le caratteristiche delle comunità di consumatori, che porteranno motivazione, fiducia e consapevolezza nelle proprie scelte. Insomma, la sfida per i brand sarà mantenere alta la qualità dei propri contenuti (e prodotti, ndr), perché parlare a una comunità è un lavoro decisamente articolato rispetto a comunicare con un solo individuo tipo.


5. Analisi predittiva


L’utilizzo dei big data per prevedere risultati sta per coinvolgere anche il digital marketing. La cosiddetta analisi predittiva sarà alleata degli esperti del settore per valutare l’efficacia dei propri progetti e delle strategie. In particolare sui social media, il listening può ormai fornire i dati necessari in modo quasi istantaneo: sarà quindi possibile utilizzare l’IA e capire come sia in grado di adeguarsi per rilasciare previsioni accurate e, man mano, decisamente preziose


Continua a seguire O-one per nuovi update su questo nuovo, incredibile anno digital: i colpi di scena sono assicurati.